Home » Genova » The Color Run a Genova il 12 giugno

The Color Run a Genova il 12 giugno

Simone Vigilante di GenovaBene.it, intervista Daniele Pernella di TheColorRun Italia

Cosa caratterizza The Color Run e la differenzia dagli altri eventi?

Innanzitutto The Color Run è un evento unico e originale, al quale possono partecipare tutti, adulti e bambini senza limiti di età. Ogni anno in ciascuna località vedo gruppi di amici e famiglie che corrono per divertirsi, stare insieme e trascorrere una giornata diversa. In Italia solo lo scorso anno abbiamo fatto correre ben 126.000 persone e siamo stati premiati dall’ideatore di The Color Run, Travis Sneyder, come Best International The Color Run 2015, premio conferito alla nazione che, al di fuori degli Usa, ha fatto registrare il più alto numero di partecipanti. Come ci differenziamo da eventi “competitor”? Semplice. Proponiamo ogni anno nuove tematiche, nuovi format (nel 2015 Shine e quest’anno Tropicolor), studiamo i dettagli riferiti a tutte le componenti del format: dal race kit al percorso, dai punti colore alle attività del Color Village. Con un occhio attento a tutti gli aspetti della sicurezza legata ai partecipanti, alla nostra comunicazione sempre integrata con i Partner.

 

In cosa consiste la novità Tropicolor?

La novità del 2016 è il tema che ha accompagnato la corsa: Tropicolor. Palme, hukulele, musica hawaiana lungo il percorso e collane di fiori al collo dei partecipanti per un’atmosfera tropicale piuttosto insolita per una 5 km cittadina. In un’atmosfera assolutamente tropicale. Sembrerà veramente di essere in vacanza.

 

L’edizione dell’anno scorso è stata un successo, circa 7500 partecipanti. Avete voluto replicare quest’anno per i partecipanti o pensate che Genova possa diventare (o stia diventando già) una città aperta ai grandi eventi?

Sono corrette entrambe le motivazioni. Proprio il fatto di aver raggiunto un dato così importante al primo anno ci ha spinto a replicare. Genova, oltre a essere una città turistica, si presta perfettamente per questo tipo di eventi. Ci auguriamo di superare il numero di partecipanti dello scorso anno.

 

Quali sono le Onlus che collaborano con voi?

Un ruolo determinante viene svolto dai Podisti da Marte – il charity coordinator del format. Inoltre sono presenti altre realtà non profit che operano sia sul territorio nazionale sia a livello locale. Con i loro volontari si adoperano con successo nello svolgimento di fasi importanti dell’evento, come la consegna dei pettorali e dei Race Kit, ma anche nelle attività di animazione e di intrattenimento sui punti colore. Una di queste è AGD Italia, un coordinamento tra Associazioni di Bambini e Giovani con Diabete, che offre informazioni e supporto ai giovani diabetici a livello nazionale.

 

Come si diventa volontari?

C’è una sezione sul nostro sito www.thecolorrun.it dove poter scaricare il modulo per diventare volontari, assolvono a un ruolo importantissimo, collaborano con lo lo staff e contribuiscono all’ottima riuscita dell’evento.

 

Ci saranno ulteriori punti vendita per le iscrizioni rispetto allo scorso anno?

Come in ogni località The Color Run individua delle aree nel centro cittadino o presso alcuni partner locali per allestire dei Promo Point per iscriversi e ritirare il race kit. Le informazioni al riguardo saranno comunicate alla stampa a ridosso della tappa e sul sito ufficiale entro fine maggio

 

Cosa sarà fornito ai runner dopo l’iscrizione?

Come di consueto sarà consegnato il race kit che il linea con il nuovo stile Tropicolor comprenderà: t-shirt, headband, borsa a tracolla, 2 tatuaggi, 1 busta colore e una collana di fiori.

 

Le caratteristiche peculiari del format The Color Run?

The Color Run è una corsa di 5 km, non competitiva, dove sono due le regole da osservare: presentarsi alla linea di partenza vestiti di bianco e arrivare totalmente a colori al traguardo. La partenza avviene a gruppi di 2-300 persone per agevolare il corretto svolgimento. Basti pensare che prevediamo in ogni tappa, alla partenza, una “corsia preferenziale” per le famiglie. Ma The Color Run non è solo corsa, infatti fin dal mattino il villaggio si riempie di attività divertenti: giochi, balli di gruppo, tanta animazione e musica offerta dai Dj Paolino e Martin di Radio 105, radio ufficiale del Tour. Il divertimento una volta arrivati al traguardo continua con i “color blast” tutti insieme vicino al palco. Ricordo perfettamente i color blast dello scorso anno di Genova, al tramonto e con la lanterna sullo sfondo. Un’immagine bellissima, unica!

 

Chi c’è dietro l’importazione di TCR in Italia?

La licenza per l’Italia è stata acquisita da RCS Sport – RCS Active Team, che ha importato il format nel 2013 organizzando la sua prima tappa in Toscana, a Marina di Pietrasanta. Da allora gli appuntamenti sono stati incrementati passando negli ultimi due anni da 6 a 8. Quest’anno saranno addirittura 10 le città toccate da The Color Run. Trattandosi di un evento di grande successo non mancano le “imitazioni” anche in Italia.

 

Guest e sponsor di questa edizione?

Il nuovo Presenting Sponsor è United Colors of Benetton, un brand di grande prestigio perfettamente in tema con l’anima dello spettacolare format. Insieme a Benetton saranno tantissimi i  Partner commerciali che accompagneranno l’edizione 2016. Top Sponsor saranno Asus, che è con noi dalla prima edizione, quella del 2013, e Smart. Poi come Technical Sponsor ci sarà Brooks, come Official Supporter Yamaha, Fastweb, Taft, Virgin Active, Nilox, San Benedetto, Mentos e Rio Mare, come Official Watch Calypso.  Media Partner dell’evento sarà La Gazzetta Dello Sport, mentre come già detto la radio ufficiale è Radio 105.

Controllare anche

Brassai gratis per ricordare gli attacchi a Parigi

Palazzo Ducale, Fondazione per la cultura, in una nota, rende pubblica la decisione di aprire ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.